Sabato 21 Ott 2017
  • default style
  • red style
  • blue style
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Produzione Energia Incentivi e conto energia

Incentivi fotovoltaico e Conto Energia

Installare un impianto fotovoltaico conviene soprattutto per gli incentivi economici del Conto Energia. Ma i vantaggi sono anche altri, come quelli che derivano dal meccanismo di scambio sul posto e dalla possibilità di vendere l'energia elettrica in surplus.

Gli incentivi per il fotovoltaico: il Conto Energia

agevolazioni e incentivi per impianti fotovoltaici

Dal 19 settembre 2005 si possono richiedere incentivi per la realizzazione di impianti fotovoltaici. Il meccanismo che permette queste agevolazioni si chiama Conto Energia, e prevede l'elargizione di contributi economici a chi sceglie la produzione di energia elettrica da fonte solare.

Conto Energia è nato sull'esempio e sulla scia dell'enorme successo di una simile campagna di finanziamento pubblico all'utilizzazione di energie rinnovabili avviata in Germania. Il suo funzionamento è, sostanzialmente, questo: lo Stato eroga una tariffa incentivante a chi possiede un impianto fotovoltaico connesso alla rete elettrica (grid connected) a seconda di quanta energia elettrica produce.

Insomma, mentre in passato i contributi economici per l'impiego di energie alternative e rinnovabili erano assegnati a fondo perduto e coprivano fino al 75 percento della spesa sostenuta per costruire un impianto fotovoltaico (erano, cioè, in conto capitale), il Conto Energia è un finanziamento in conto esercizio.

Come funzionano gli incentivi al fotovoltaico

contributi conto energiaChi possiede un impianto fotovoltaico riceve somme di denaro costanti, in base all'energia prodotta (€/kWh, euro per chilowattora). La valorizzazione di quest'energia varia secondo le dimensioni e il tipo di impianto. Il proprietario, inoltre, può disporre pienamente della corrente che produce: la può impiegare direttamente oppure può venderla - a prezzo di mercato - al gestore della rete. In parole povere, il vantaggio del Conto Energia è doppio: da un lato si riceve un finanziamento pubblico, dall'altro si ottiene un beneficio economico, usando l'energia oppure vendendola.

In particolare, gli incentivi per il fotovoltaico sono elargiti per i primi vent'anni dell'impianto: l'entità di questo finanziamento è stabilita in base alla produttività dei pannelli solari ed è calcolata attraverso un apposito contatore. In ogni caso, sia l'importo sia l'arco di tempo durante il quale si riceve il contributo sono stati studiati per assicurare il recupero dei costi di investimento e di esercizio.

C'è poi un altro contatore, il quale misura solamente l'energia elettrica immessa nella rete locale, vale a dire il surplus non consumato per uso domestico. Il proprietario, che, secondo la definizione, è il responsabile di esercizio dell'impianto fotovoltaico, può sia beneficiare del regime di scambio sul posto sia vendere l'eccedenza al gestore della rete.

Nel primo caso, il possessore di pannelli solari che producono energia può trasferire energia alla rete quando ne produce in più, ma può allo stesso modo prelevarne, se ha necessità, senza alcun onere. La bolletta, qui, si calcola annualmente ed è il risultato della differenza fra energia immessa ed energia prelevata.

Nel secondo caso, l'energia elettrica venduta viene pagata dal gestore della rete al proprietario dell'impianto, secondo tariffe stabilite a scadenze fisse dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas (AEEG).

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha emanato un decreto - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 24 agosto 2010 - che regola le tariffe incentivanti destinate a chi produce energia elettrica con pannelli fotovoltaici in esercizio a partire dal triennio 2011-2013.

Se abiti a Belluno, a Treviso, o in un'altra parte del Veneto, e vuoi maggiori informazioni sul meccanismo di contributi statali al fotovoltaico, contattaci e saremo lieti di risponderti.


Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione si accetta la privacy policy del sito. Per saperne di piu` consulta la nostra privacy policy.

Accetto la privacy policy

Privacy policy